Amicizie estive

Questa breve storia mi è stata ispirata da questa immagine trovata per caso sul web. Due estati fa, quando dopo aver cenato e messo a posto la cucina, andavo sul balcone per godermi gli ultimi raggi di sole, mi ero reso conto che un piccolo ragnetto si era appropriato di una piccola porzione di ringhiera e ci aveva costruito la sua piccola ragnatela, nell’attesa che durante le ore più scure qualche insetto ci si intrappolasse dentro per poi poterselo mangiare in tutta tranquillità. Quando mi sono accorto della ragnatela per la prima volta il primo istinto è stato quello di eliminarla, devo essere sincero mi dava un pò fastidio. Prima di compiere l’atto criminale ho pensato: “Perché distruggerla? In fondo è una piccola ragnatela e finché sta lì, so che anche il ragnetto è lì e non mi gira da qualche altra parte. Io lo lascio in pace, lui mi lascia in pace e viviamo tutti e due tranquillamente.” E così mi sono goduto il tramonto senza darci troppo peso. Tutte le sere quando uscivo sul balcone, mi assicuravo che la piccola ragnatela fosse lì e non si fosse ampliata senza le opportune concessioni edilizie, che il suo proprietario fosse “in casa”, lo salutavo e poi tornavo ai miei pensieri. A fine estate mi ero abituato a quel piccolo intruso e forse, anche per il fatto che vivo da solo, mi era diventato simpatico, mi faceva compagnia. Pian piano le giornate cominciarono ad accorciarsi, l’estate cedette il passo all’autunno, le temperature la sera non erano più così miti e io abbandonai i tramonti sul balcone per un più caldo e confortevole divano di casa.

Quando a maggio appena trascorso sono tornato a frequentare il balcone, una delle prime cose che ho fatto è stata quella di controllare se la casetta del mio piccolo amico c’era ancora ma, con mio rammarico, mi sono reso conto che nel frattempo si era trasferito, smontando il suo prefabbricato probabilmente per rimontarlo in posto più adeguato per trascorrere l’inverno. Speravo di vederlo ricomparire durante l’estate ma probabilmente ha preferito traslocare e cambiare residenza

Questa voce è stata pubblicata in post per immagini, Senza categoria e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a Amicizie estive

  1. Antartica ha detto:

    Io ne ho uno in pianta stabile in un angolo alto della mia stanza. Volevo toglierlo ma poi gli ho dato il titolo di “Ragno da guardi” contro mosche e zanzare. Pare sappia fare il suo dovere. 😉

    Ciao, Mapiova! Buona serata. 😊🤗

    • mapiova ha detto:

      Devo essere sincero: forse il fatto di sapere che era sul balcone e quindi “fuori casa” mi lasciava molto più tranquillo, l’idea di avercelo in stanza mi avrebbe reso un pò più nervoso e forse non avrei esitato a compiere “l’atto criminale”.

      • Antartica ha detto:

        Guarda, io ho più paura di quelli piccoli che di quelli grandi: se li lasci in un angolo non vanno molto lontano.

        Hai mai visto il corto “Il sorriso di Diana”? 🙂

  2. mapiova ha detto:

    Sinceramente non l’ho mai visto. Grandi o piccoli i ragni in camera mi ricordano il video di una vecchia canzone dei the cure: lullaby

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.