Temo il caldo

thermometer-3581190_1920Io non sopporto il caldo, ultimamente poi è stato un peggiorare di anno in anno; dalle ultime notizie che leggo sul meteo sembra che da settimana prossima arriverà la prima ondata di caldo africano della stagione. Forse qualche amante del caldo gioirà a questa notizia e qualcun’altro – e in questo caso anch’io – comincerà a sperare che ciò possa dare il colpo di grazia alla pandemia.
In linea di massima però la notizia non mi entusiasma granché… anzì. Per quanto ami le giornate lunghe, l’idea di un caldo infernale nel quale riesci a grondare di sudore pur rimanendo fermo mi fa rivalutare l’idea della stagione fredda, in cui in casa ti coprivi con un pile pesante e magari di preparavi una cioccolata calda.
Il fatto è che quando fa freddo ti puoi coprire ma quando fa caldo? Accendi il clima direte voi. Giusto, ma non è la stessa cosa. Primo: a casa non ho il climatizzatore, ho solo un pinguino che non accendo quasi ma, se non in casi disperati, perchè con una sola mano non è per niente pratico da manovrare. Secondo: con il caldo gli sbalzi termici sono molto più forti e negli anni scorsi ho avuto due casi di pleuropolmonite (né ho parlato qui).

Ieri inoltre, dopo cinque anni di onorato servizio, la seggiola da giardino che apro quando mi metto sul balcone a prendere un pò d’aria ha deciso che è giunta l’ora di andare in pensione rompendosi sul più bello. Stavo iniziando una chiamata e, quando mi siedo per cominciare a parlare, ecco che sento un rumore strano e la sedia improvvisamente non mi sembra più così stabile. Mi alzo e vedo che un gancio si è rotto. E non ditemi che dovrei fare più esercizio, giusto la mattina qualcuno mi ha detto di vedermi dimagrito!!!!
Dato che siamo ancora all’inizio della stagione sono subito corso su amazon per vedere se riuscivo a recuperarne una nuova per i prossimi mesi.
Alla fine sono riuscito a trovarla anche se non so esattamente quando arriverà. Inoltre quando leggi le recensioni non sai mai cosa pensare: c’è chi dice che ha fatto il miglior acquisto della sua vita e chi invece sostiene di aver dovuto fare il reso e la sconsiglia vivamente; ad un certo punto di butti sperando che ti vada bene.

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a Temo il caldo

  1. Giuly ha detto:

    Bellissimo post
    Passa nel mio blog se ti va

  2. Pingback: Liebster Award (Scoprendo nuovi blog) – Diario di una quarantenne … ops quarantena!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.