Ricordi di una quarantena

stay-at-home-4967692_1920Ieri stavo pensando a cosa ricorderò di questi due mesi trascorsi in casa durante la quarantena e ho provato a fare una lista che sarà aggiornata man mano che mi verrà in mente qualcosa da aggiungere

– Ricordo che una delle prime sere facendo zapping alla televisione stava iniziando un film famoso e che avevo già visto: “ghost” con Demi Moore e Patrick Swayze. Pensando che il mattino successivo avrei potuto stare a letto mezz’oretta in più e non avevo la preoccupazione di correre per prendere in tempo l’autobus che mi portava al lavoro, decisi che potevo riguardarmelo tutto. Ormai avevo perso l’abitudine di vedermi un film dall’inizio fino alla fine.

– La prima mattina che ho trascorso in casa decisi che l’unico modo di fare moto era quello di fare le scale del mio condominio. Buona idea, peccato che durò poco, lo feci solo la prima mattina e poi abbandonai l’impresa!!!

– Il libro che ho letto durante la quarantena: “Storia di una ladra di libri” di Markus Zusak. Si, lo so che durante una quarantena così lunga un solo libro è un pò poco ma leggendo qualche blog mi sembra di non essere l’unico che in questo periodo ha fatto fatica a portare a termine ciò che pensava di fare durante questo periodo più unico che raro, mi sbaglio?

– I diversi post che ho pubblicato in questi due mesi: sicuramente ci sono blogger molto più prolifici di me, non ne dubito,  ma questo lungo periodo di pausa mi ha permesso di poter dedicare maggior tempo al mio hobby preferito e di poter pubblicare un numero maggiore di articoli. Se qualcuno mi chiedesse di scegliere quale tra i post che ho scritto  ricordo con più affetto opterei per questo. Il motivo? Ricordo che mi è venuto di getto, senza pensarci troppo e – ma questo dovranno dirlo i miei lettori – non mi sembra uscito così malaccio.

– Le videochat. Immagino di non aver scoperto nulla di nuovo, chissà quante persone in questo periodo di distanziamento sociale avranno fatto la stessa scoperta, o forse erano abituati ad usarle già prima. Personalmente quando dovevo sentire qualcuno ero abituato con la classica telefonata, da quando sono stato costretto in casa da solo rammentare di aver la possibilità “in faccia” gli amici e i parenti è stata un’ottima scoperta. Mi domando se finita l’emergenza continuerò con le video-chiamate o tornerò alla vecchia, classica telefonata.

– I pomeriggi in cui trascorrevo qualche momento sul balcone a prendere un pò di sole e aria fresca, in certe giornate proprio freddina, vedendo che non ero l’unico ad aver avuto questa brillante idea. Molte persone tiravano fuori la poltroncina e si mettevano a leggere baciati dal sole.

Ecco, non so voi ma credo che quando si ricomincerà con la routine quotidiana e si ritornerà alla frenesia di un tempo, forse rimpiangerò un pò alcuni aspetti di questa quarantena.

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Ricordi di una quarantena

  1. Claudia ha detto:

    Io sono già proiettata al futuro e mi godo le piccole concessioni di questa fase 2.
    Proprio poco fa ho scritto due righe in merito.
    La quarantena mi aveva tolto le pochissime cose che per me contano davvero, e adesso me le riprendo. E comunque, con mio figlio da accudire h24, non ho avuto il tempo di aprire nemmeno un libro, altro che. 😉

    • mapiova ha detto:

      L’idea di questo post era quella di fare una sorta di album dei ricordi da sfogliare in cui si poteva ripercorrere il periodo trascorso in casa.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.