Nell’attesa faccio altro

boredom-1977519_1920Quante volte vi è capitato di voler scrivere un post e non riuscire ad esternarlo, di non essere in grado di metterlo nero su bianco? Magari scrivete due righe e poi vi bloccate, l’incipt del vostro post non vi convince, non vi piace e allora cancellate e rimanete li davanti al computer di fronte ad uno schermo bianco. A me è capitato spesso e volentieri: scrivo, mi fermo, cancello, riscrivo, cancello nuovamente e rimango lì aspettando che arrivi l’idea geniale che puntualmente sembra starmi alla larga. Ancora non ho capito che cosa gli ho fatto di male, vorrei tanto scoprirlo almeno potrei scrivergli un post di scuse!!!!

Comunque, cosa stavo dicendo? Ah si, io e il foglio bianco che molte volte rimaniamo lì a guardarci reciprocamente come due innamorati (che romantico che sono questa mattina, si vede che sono ispirato!!!!). Quando vedo che trascorrono più di due minuti e non sono riuscito a mettere giù due righe dovrei decidermi a spegnere tutto, alzarmi e uscire di casa, fare una passeggiata, fare qualunque cosa possa occuparmi la mente in qualcosa d’altro invece di stare lì a scervellarmi, a spremermi le meningi senza ottenere risultati e arrivando a sera non avendo cuncluso nulla.

Perchè allora non lo faccio? Durante la settimana non accendo quasi mai il computer di casa, se lo faccio è perchè devo fare qualcosa che non posso rimandare. I post di questo blog sono stati scritti quasi totalmente durante il week end, ricordo solo un articolo che ho scritto durante una serata infrasettimanale ma generalmente, quando ritorno dal lavoro dopo otto ore trascorse davanti ad un monitor accendere il pc non è tra le mie priorità, preferisco aspettare il sabato o la domenica mattina quando i miei occhi sono un pò più riposati. Ed è proprio questo il motivo per cui non mi schiodo dal pc anche quando l’ispirazione non arriva, perchè so che altrimenti durante la settimana non riuscirò più a scrivere.

Devo però ricordare a me stesso che per scrivere un post non serve un intero fine settimana, è sufficiente anche mezz’ora se si ha un’idea chiara in testa. Spegnere tutto e mettersi a fare qualche altra cosa può essere più proficuo che rimanere in attesa di qualcosa che non arriva. E’ successo qualcosa del genere proprio ieri: volevo scrivere un post ma non riuscivo a cominciare, alla fine mi sono deciso. Non ho nemmeno messo in stop il computer, l’ho proprio spento dicendomi: “Oggi non è giornata”. Mi sono infilato le scarpe e sono uscito per una breve passeggiata. A cena avevo alcuni ospiti, e invece di ordinare la solita pizza mi ero ripromesso di cucinare qualcosa fatto in casa.
Risultato? Dopo la cena preparata in casa e una piacevole serata trascorsa tra amici, quando mi sono messo a letto, prima di chiudere gli occhi ho avuto l’idea per questo post… O forse Morfeo ha ricevuto la lettera che che gli avevo scritto qualche tempo fà sul blog, chissà.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

7 risposte a Nell’attesa faccio altro

  1. Diario ha detto:

    A me è venuta un’idea, in questi giorni la metto in atto e vedrò se è valida oppure no.
    Ci sono giorni in cui sono molto ispirata, in cui ho tre o quattro post in mente, e mi prometto di scriverli il giorno dopo perché in quel momento ho da fare oppure ne scrivo uno e lascio gli altri per un momento successivo, perché non voglio pubblicarli tutti insieme. Il giorno dopo ho di nuovo da fare, oppure i post dal scrivere non mi sembrano più così buoni, oppure non sono più ispirata e scrivo male… E i post rimangono lì, in quello che un Assistente Google chiamerebbe “Il cloud”. Ho deciso dunque di scrivere tutti i post che mi vengono in mente sul momento (se possibile) e poi di programmarli, in modo che vengano pubblicati nei giorni successivi senza intasare il feed degli lettori. Così non saranno concentrati tutti in un giorno. Non è la soluzione definitiva, ma forse può aiutarmi. 🙂

    • mapiova ha detto:

      Io ho lasciato ancora un post a metà pensando di riprenderlo più avanti ma, quando mi succede, poi non riesco più a portarlo a termine. O lo scrivo tutto di getto o è meglio che lasci stare.

      • Diario ha detto:

        Capita anche a me! Dovrei imparare a usare le bozze… scriverlo tutto – anche male – e poi rivederlo in seguito…

  2. Hadley ha detto:

    A volte io li scrivo a penna, poi se mi piacciono li trasformo in post

    • mapiova ha detto:

      Io da quando ho terminato le superiori ho perso l’abitudine di usare la penna e adesso – devo essere sincero – faccioun pò fatica ad usarla, prediligo la tastiera.

  3. La forma tonda ha detto:

    Io ho il portatile acceso da ieri…spremo spremo ma non esce niente 😰😰😰

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.